Il Giornale e l’indignazione integralista

Come tutti sapete una delle prime testate che ha gridato allo scandalo come una coppia di cavernicoli mentre si stanno accoppiando sul caso della scuola di Ronzano è stata il “Il Giornale” guidato da Alessandro Sallusti, facendo sciacallaggio come tanti altri (Salvini, Santanchè, Gelmini) propugnando ai suoi lettori tutte le bufale che lanciavano i lor signori (qui l’articolo) dove il giornalista scrive una delle sue cavolate:

Un gruppo di genitori ha puntato il dito contro il dirigente scolastico reggente Marco Parma (già candidato sindaco per una lista civica e per il M5S a Rozzano) sulla cancellazione della Festa di Natale. Fino a oggi, ogni anno si teneva la “Festa musicale di Natale”: canti e cori, non solo natalizi, frutto del lavoro dei bambini con i maestri dell’Associazione 11 Note.

Grande bufala, perché la verità che omette Il Giornale è che queste mamme volevano insegnare in canti natalizi durante l’orario della mensa dove anche i figli dei genitori atei e musulmani (il preside ha anche pubblicato le sue spiegazioni) e non sarebbe stato il massimo della laicità. Tutto ciò è stato impedito dal preside Marco perché è il suo lavoro, ma ovviamente agli sciacalli importano soltanto gli ascolti, i lettori e i voti.

Ma non è questo il punto non è questo; mentre da una parte i così detti “guerrieri” del crocifisso nelle aule scolastiche scaricano melma su melma su chi si offende del crocifisso nelle scuole, dall’altra cosa fanno? Beh, si offendono per la satira.

20151224FQwww-grecia

Presa qui

Dunque il “pezzo” satirico “incriminato” è l’ultima vignetta di Vauro pubblicata di recente su Il Fatto Quotidiano per festeggiare la legalizzazione delle unioni civili  in Grecia dove viene raffigurata la la nascita di Gesù con due San Giuseppe. Ed è proprio questo che ha fatto indignare la redazione de Il Giornale scivendo:

 

 

Vauro non è nuovo a certe sparate che offendono profondamente i cristiani. Che sia sul Fatto Quotidiano o in diretta nel salotto di Michele Santoro, il vignettista pizzica e attacca spesso la Chiesa cattolica e, in particolar modo, il Vaticano. Alla Vigilia di Natale non è stato da meno. Certo, uno strano modo di fare gli auguri ai lettori di Travaglio & Co.

In conclusione: se i giornalisti della testata di Sallusti si comportano così in queste occasioni non sono molto diversi dai terroristi che hanno fatto una strage alla redazione di Charlie Hebdo per le vignette satiriche su Maometto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...